doc green
Forma il tuo Verde

L’Ordine dei Dottori Agronomi/Forestali di Bologna presenta l’Organismo di Mediazione

Nuovi orizzonti per una categoria professionale

 

 

Il primo, e per ora unico in Italia, Organismo di Mediazione attuato dai Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Bologna verrà presentato nel capoluogo felsineo mercoledì 25 febbraio in un incontro pubblico in Via Beverara 123.

 

Il valore dell’iniziativa, già particolarmente interessante in quanto attuata da un Ordine Professionale dei Dottori Agronomi/Forestali, deriva anche dalle potenzialità offerte dalla procedura di ADR (Alternative Disputes Resolution) finalizzata alla conciliazione di controversie civili e commerciali su diritti disponibili in ambito immobiliare, patrimoniale, agrario.

 

L’Organismo di Mediazione dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Bologna – riconosciuto dal Ministero della Giustizia al n°926 sarà quindi in grado di assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione della controversia, sia nella formulazione di una proposta transattiva per la sua risoluzione e comunque, più in generale, per quelle questioni di diritto che si possono risolvere attraverso un percorso conciliativo.

 

Il plusvalore della procedura ADR è la tempistica di conclusione in quanto nel giro di qualche ora, o al massimo di qualche giorno, si possono evitare ai contendenti – in caso di esito positivo – un oneroso e costoso percorso giudiziario ordinario.

 

Di seguito, il programma degli interventi:

 

 

per informazioni:
segreteria ORGANISMO DI MEDIAZIONE dei DOTTORI AGRONOMI e FORESTALI
(presso Collegio dei periti industriali e periti industriali laureati)
Via della Beverara n°123 – 40131 Bologna; tel 051-63.50.944 – fax 051-63.50.699
email: asso@perindbo.org – pec: collegiodibologna@pec.cnpi.it

 

Scrivi un tuo commento. Come si fa?

Favorisci la diffusione di questa notizia. In che modo?

 

 

Valutazioni fitostatiche degli alberi a Reggio Calabria

Appuntamento il 30 gennaio 2015

 

 

Un seminario di aggiornamento dedicato alle metodiche di valutazione della stabilità degli alberi oggi più in uso, ovvero il VTA – Visual Trees Assessment – e SIA/SIM Static Integrated Methods/Static Integrated Method – organizzato dall’Ordine degli Agronomi e Forestali di Reggio Calabria.

 

E’ intenzione dei relatori, Giovanni Poletti e Giuseppe Maria Logiudice Dottori Agronomi con esperienza specifica del settore, dare particolare enfasi al sapere necessario all’esecuzione delle operazioni di analisi valorizzando nel contempo la figura del Professionista capace di dare ascolto alle esigenze talora più o meno palesi del Committente, non di rado carente di una conoscenza specifica in materia.

 

In quanto appuntamento anche pratico, non mancherà un confronto in campo per dimostrazioni operative e confronti allargati.

 

L’incontro è patrocinato dal Settore Politiche ambientali della Città di Reggio Calabria.

 

Informazioni di dettaglio qui.

Adesioni compilando la scheda.

 

Scrivi un tuo commento. Come si fa?

Favorisci la diffusione di questa notizia. In che modo?

 

auguri da DOC GREEN

2015

 

2015_auguri

 

 

XI Conferenza CEDIA – European Confederation of Agronomists Associations

I broker dell’innovazione

 

XI-cedia

 

L’incontro di Bruxelles può essere inserito tra i significativi momenti volti a rafforzare quel senso di appartenenza, se non addirittura di orgoglio per taluni, ad una categoria che da diverso tempo è in cerca di rilancio.

 

Proprio in questa ottica va letto l’impegno del CONAF (Consiglio Nazionale Dottori Agronomi Dottori Forestali) che in veste di organizzatore ha cercato, ottenendolo, un respiro professionale di apprezzabile livello.

 

Nonostante i giorni indicati sul programma fossero due, il tempo dedicato alle relazioni è stato in realtà la somma di due mezze giornate, sufficienti comunque per dare argomenti di riflessione e momenti di confronto tra colleghi.

 

Accanto alla parte più istituzionale almeno altrettanto significativo è stato il susseguirsi dei dialoghi con vecchi e nuovi colleghi, anche stranieri, nelle occasioni extra-congressuali, in virtù di quella coesione professionale che ai partecipanti non è certo venuta meno.

 

Ecco quindi affrontati aspetti spinosi come la deontologia professionale o problemi più quotidiani quali l’approccio al lavoro in termini di quantità e qualità declinato nella rispettive realtà, o dissertazioni sull’efficacia di un processo conoscitivo del mondo professionale basato sulle capacità del singolo abbinato a competenze professionali pressoché uniche e per questo assai ambite.

 

In definitiva, una esperienza umana e professionale cui in futuro sarà difficile poter rinunciare.

 

Di seguito le registrazioni video di tutti gli interventi indicati nel programma, arricchite anche da ulteriori contributi di colleghi.

  1. Bernard Bedarida – Le Figaro – apertura 1 giornata
    Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Italia
  2. Herbert Dorfmann
    – Membro del Parlamento Europeo – Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale
  3. Sean Gaule – Presidente CEDIA
    – European Confederation of Agronomists Associations –
  4. Andrea Sisti – Presidente CONAF
    – Consiglio Ordine Nazionale Dottori Agronomi e Dottori Forestali –
    relazione introduttiva
  5. Aldo Longo
    – Capo unità direzione H – DGAgri – Commissione Europea –
    “General aspects of rural development and research and innovation –
  6. Patrick Stephenson Chair of the AICC – Association of Independent Crop Consultant –
    “The avisor in rural and forestry development. A UK perspective”
  7. Tom Kelly – Director of Knowledge transfer Teagasc
    “Agricolture and Food Development Autority”
  8. Monica GaggianoPROAKIS
    “Prospects for farmers’ support – Agricoltural knowledge and Information Systems”
  9. domande pubblico:
    Alberto Bergianti – Massimo Palladino – Orazio Andrich
    Francesca Cionco: conclusioni
  10. Daniel DeybeDG Research & Innovation
    “Potential use of intruments to support the development of blue and bioeconomy knowledge”
  11. Rob Peters Capo Unità H.5 – DGAgri Commissione Europea
    “Research and innovation”
  12. Matteo Bartolini
    Presidente CEJA – Conseil Europèen des Jeunes Agriculteurs –
  13. domande pubblico
    Angelo di Mambro: conclusioni
  14. Rosanna Zari Vicepresidente CONAF – introduce 2 giornata
    Konstantinos Tomaras – Vicecapo unità “Free movement of professionals”, DG
    Mercato interno e Servizi, Commissione Europea
  15. Alejandro Marín Arcasn – Presidente Conferenza CLAIU-EU
    – Council of Association of long-cycle Engineers, of a university or higher school of engineering of the European Union –
  16. Rob SimpsonBASiS Manager Director – UK
  17. Josè Carbonell Estello
    Consejo General de Colegio Oficiales de Ingenieros Agrónomos de Levante
  18. Michael Diemer – President of European Foresters
  19. Roberta Centonze
  20. Corrado Vigo – Alberto Bergianti – Marcello Caredda – Cosimo Coretti – Mattia Metta – Vincenzo Sechi – Pietro Lonigro – Spyridon Mamalis
  21. collega dalla Spagna
  22. Andrea Sisti – Presidente CONAF – Consiglio Ordine Nazionale Dottori Agronomi e Dottori Forestali –
    chiusura lavori
  23. Maria Cruz Diaz Alvarez Presidente WAA
    – World Association of Agronomists –
  24. Ferrini per Expo2015
  25. Enzo EusebiNothing Studio
  26. Giovanni La Via – Dottore Agronomo Europarlamentare
  27. premiazione concorso fotografico (registrazione incompleta)

 

Scrivi un tuo commento. Come si fa?

Favorisci la diffusione di questa notizia. In che modo?

 

 

La festa dell’Albero nella città di Padova

Una iniziativa intelligente

alberi_in_parco

 

Il Comune di Padova nei giorni 21 – 22 – 23 Novembre, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi,  propone alla cittadinanza una serie di iniziative mirate a valorizzare i propri alberi di città.

 

Nella giornata di sabato 22 l’opera di sensibilizzazione vedrà coinvolto anche il Dott. Agronomo Giovanni Poletti che unitamente ai Tecnici del Settore Verde e altri Professionisti, presiederà l’Info Point Alberi aperto nei tre giorni di fronte alla sede del Municipio; per i padovani, familiarmente, sul Liston.

 

In dettaglio, il personale comunale sarà affiancato da Ditte e Professionisti che operano sul patrimonio arboreo del Comune di Padova secondo le proprie competenze – valutazione di stabilità / manutenzione in tree-climbing / manutenzione ordinaria – e liberamente a disposizione della cittadinanza per chiarimenti sulle rispettive professionalità, oltre che per informazioni arboricolturali di carattere più generale.

 

Storicamente in Italia questa ricorrenza appare nel 1923 con il nome Festa dell’Albero per proseguire variamente regolamentata fino alla recentissima legge del 2013 – lo sviluppo degli spazi urbani – che riconosce il 21 novembre Giornata nazionale degli alberi quale momento simbolico per valorizzare le tradizioni legate all’albero nella cultura italiana oltre che la vivibilità degli insediamenti urbani.

Originariamente nata nel 1872 nello Stato del Nebraska (USA), con il nome di Arbor Day, già allora mirava ad accrescere l’affezione della popolazione verso il patrimonio forestale locale attuando anche una messa a dimora simbolica di alberi.

 

Il Settore Verde, Parchi, Giardini, Arredo Urbano della Città di Padova, da tempo particolarmente attento al proprio patrimonio arboreo, anche con il fattivo coinvolgimento di chi opera materialmente al suo miglioramento ha quindi il merito in di dare concreta attuazione allo spirito che anima questa significativa ricorrenza con molteplici iniziative, tutte consultabili sul programma della Festa degli Alberi.

 

Per informazioni:

tel: 049 82.04.498 / 049 82.04.477

email: verdepubblico@comune.padova.it

 

 

Scrivi un tuo commento. Come si fa?

Favorisci la diffusione di questa notizia. In che modo?