doc green
Forma il tuo Verde

PromoVerde ad ArteFiera

Il Verde è ANCHE un’opera d’arte

ArteFiera

 

Dopo il MotorShow, accanto alla collaborazione con Immagina, prosegue la serie delle insolite presenze di Giovanni Poletti in ambiti apparentemente lontani dal proprio mondo lavorativo.

 

La reciproca condivisione dei principi ispiratori in materia di salvaguardia e di miglioramento del Paesaggio e del florovivaismo ha favorito l’affiancamento all’Associazione PromoVerde all’interno di ArteFiera, evento bolognese dedicato all’arte e probabilmente il più importante del settore in Europa, in svolgimento dal 27 al 30 gennaio.

 

Sarà l’occasione per apprezzare una serie di creazioni in grado di unire natura e arte, dimostrando come il Verde possa recitare con pari dignità un ruolo anche in questo contesto inusuale. La presenza di  Giovanni Poletti presso lo stand PromoVerde, oltre a illustrare le finalità associative e il percorso culturale che ha reso possibile la comune partecipazione, serve a illustrare le moderne tecniche in grado di plasmare la Natura in Arte, quali la realizzazione di pannelli verticali prevegetati o, su tutte, la tecnica di stabilizzazione degli elementi vegetali.

 

Con quest’ultima fiori, piante e fogliame sono raccolti al momento migliore del loro ciclo di vita quando presentano l’aspetto ottimale e solo dopo una scrupolosa selezione passano in camera di stabilizzazione, dove viene ricreato un microclima nel quale coesiste il perfetto equilibrio tra umidità calore e luce. Tali condizioni sono costantemente monitorate. Le piante vengono poi riposte all’interno di vasche a contatto di una miscela liquida a base di glicerina, acqua e colorante alimentare e durante questo processo, che dura alcuni giorni, la linfa della pianta evapora ed è sostituita da questa nuova miscela.

 

Le numerose installazioni sono presenti in vari punti della manifestazione oltre che all’interno dello stand PromoVerde (padiglione 16, corsia C, stand 52) e sono unite da una sorta di filo verde che, attraversandole, le rafforza di contenuti.
Ecco spiegato come temi finora particolarmente sentiti oltre che vissuti in modo forse “settoriale” da un Dottore Agronomo quali agricoltura, paesaggio, architettura ambiente, sostenibilità, cultura, alimentazione si trasformano in Arte, in una piacevole fusione tra Natura e Cultura a beneficio comune.

 

Scrivi un tuo commento, è sempre gradito. Come si fa?

Favorisci la diffusione di questa notizia. In che modo?

Notizia interessante? Allora dillo agli amici, è facile!

Lascia un commento