doc green
Forma il tuo Verde

Il mondo del Verde incontra Autostrade per l’Italia

La strada Verde

Innovation Hall_MotorShow

 

Al Motorshow di Bologna è accaduto quello che auspicavamo: attirare l’attenzione di un pubblico diverso dai tradizionali addetti ai lavori e dagli organi d’informazione di settore, nonostante la proposta così apertamente stridente con i decibel fuori scala e l’odore persistente di gomme bruciate dai piloti in pista nei loro burn out.

 

Grazie alla regia di PromoVerde, unita alla sensibilità della GL Events (la società organizzatrice del MotorShow), è stato possibile ottenere uno spazio espositivo di prim’ordine per un simbolico bosco (qui in veduta statica e in veduta a 360o) e realizzare l’annunciato convegno, di cui si riportano gli interventi in video HD di Maurizio Corrado, Gianluca Cristoni e Giovanni Poletti, all’interno dell’Innovation Hall (il pad.25) ampiamente dominato dalla presenza di Società Autostrade SpA

 

Rispetto alle passerelle che dispensavano con profusione luci, presenze “da copertina” e musica suonata a tutto volume da avvenenti DJ femminili il confronto era impari ma anche il “piccolo bosco” ha stupito, incuriosito e spesso reso consapevole il pubblico che si fermava per una foto ricordo o per leggere le miniguide appese ai rami degli alberi.

 

E’ un fatto consolidato che la mobilità sia da tempo una tematica globale la cui portata coinvolge diffusamente ambiti solo in apparenza estranei, come appunto l’Agricoltura. Basta tuttavia pensare al possibile utilizzo di carburanti alternativi, quali il biodiesel (un derivato degli oli di colza e girasole) o il bioetanolo e la distanza immediatamente svanisce. A questo proposito, proprio in un contesto “difficile” per il Verde qual è la passerella italiana per eccellenza del mondo motoristico, non è passata inosservata all’interno del padiglione l’enorme gigantografia realizzata autonomamente dalla Società Autostrade SpA che, più che asfalto, raffigurava alberi.

 

E’ ormai opinione diffusa che il Verde (o forse in modo più attuale, proprio il Paesaggio), generico sostantivo che indica invece un articolato comparto professionale, sia un elemento imprescindibile per la sostenibilità dell’immediato futuro collettivo poichè, a vario titolo, può contribuire efficacemente a ridurre l’impatto di molte problematiche che affliggono il mondo dei motori e della mobilità in generale quali l’assorbimento della CO2, la riduzione delle polveri sottili o la mitigazione ambientale, solo per citarne alcune.

 

In ultima analisi, ecco quindi spiegato l’apparente paradosso tra alberi motori e alberi legnosi.

 

Scrivi un tuo commento, è sempre gradito. Come si fa?

Favorisci la diffusione di questa notizia. In che modo?

 

Notizia interessante? Allora dillo agli amici, è facile!