doc green
Forma il tuo Verde

Analisi stabilità degli alberi torinesi | 6

Previsioni confermate

Resistograph B-400
*

data: martedì 15 febbraio

presenze: Giovanni Poletti, Massimiliano Demi

luogo: Via Onorato Vigliani

attività: esecuzione analisi visive, strumentali e cartellinatura

Previsioni meteo rispettate in pieno e giornata trascorsa ininterrottamente sotto la pioggia: dalle 8,30 all 19,00.

Unica eccezione, la doverosa pausa pasto di un’ora dedicata anche all’analisi del materiale in virtù della compilazione in mattinata delle ultime 60 analisi visive che hanno di fatto concluso questa fase d’indagine.

La pianificazione dei lavori (e delle possibili difficoltà) eseguita nella settimana precedente ha reso pressoché insostituibili fin dalla prima ora i “ponchos” autoprodotti con un robusto film di polietilene trasparente e sagomati sulle rispettive corporature per la compilazione delle schede sotto la pioggia battente.

Analoghe precauzioni erano state prese per la strumentazione, cui è stato riservata una opportuna schermatura negli spostamenti con il carrello.

Nonostante tutto, l’elemento maggiormente a rischio era rappresentato dal perforatore che essendo alimentato elettricamente risultava molto esposto all’acqua, a dispetto delle continue cure per evitare ciò. Quando l’intensità delle precipitazioni era ritenuta eccessiva si sospendevano le analisi cercando di proteggere il materiale sotto qualsiasi sporgenza degli edifici, a discapito di Poletti e Demi che invece rimanevano, in modo un pò comico, del tutto esposti alla pioggia, fiduciosi dell’idrorepellenza del loro abbigliamento tecnico ad alta visibilità.

Nonostante tutto la preoccupazione per l’eventuale compromissione della costosa attrezzatura era costante e in prossimità di un supermercato …l’idea, tanto stravagante quanto efficace: trasformare il Resistograph (Resi, per gli addetti ai lavori) in un Domo-Resi.

Poco più di un euro per comprare una pellicola plastica di Domopack (quello per alimenti!) e proteggere il perforatore, lasciando inalterata la possibilità d’uso e vista la difficile giornata, anche un modo per ridere un pò!

Alle 17,30 decidiamo però di sospendere le analisi strumentali, smontare tutto e fare una sosta tecnica a un vicino bar. Qui prendiamo atto che i rispettivi giacconi dopo 8 ore di pioggia continua sono a quel punto sono un pò meno waterproof

Concludiamo in bellezza la giornata poco oltre le 19, dopo avere apposto 124 cartellini, eseguito 60 visive, 16 strumentali, verificato la cartografia della vegetazione presente nella baulatura spartitraffico centrale e percorso circa 7 km percorsi a piedi.

Domani le previsioni meteo sono peggiori…

*

Scrivi un tuo commento, è sempre gradito. Come si fa?

Puoi favorire la diffusione di questa notizia. In che modo?

Notizia interessante? Allora dillo agli amici, è facile!

Lascia un commento