doc green
Forma il tuo Verde

La gestione del Verde di qualità come strumento di promozione turistica

Il caso di Cervia (RA)

In Italia sono numerose le realtà, anche turistiche, in cui il verde appare trascurato e dove le risorse economiche destinate ad una sua valorizzazione sono considerate un costo insostenibile.

Nonostante la scarsità di mezzi, tuttavia, esistono anche situazioni diverse, dove il Verde ornamentale è ben progettato e mantenuto.

Un esempio concreto è rappresentato dal Comune di Cervia, che ha fatto della cura del Verde ornamentale e della valorizzazione delle risorse paesaggistiche un punto di forza dell’attrazione turistica.

La manifestazione Cervia Città Giardino è ormai diventata la mostra di allestimenti floreali a cielo aperto più importante d’Italia, che porta l’immagine della città in tutta Europa e anche oltre.

Nel 2008 Cervia è stata premiata con la medaglia d’oro al prestigioso concorso internazionale “Ente Florale”, dove la cittadina romagnola ha partecipato in rappresentanza dell’Italia.

*

Programma dei lavori venerdì 12 Marzo 2010 ore 9.00 – 13.00

  • registrazione dei partecipanti
  • apertura lavori-indirizzi di saluto: Manuela Giovannetti, Alessandro Saviozzi, Fac. Agraria di Pisa
  • introduce e coordina: Giacomo Lorenzini, Facoltà Agraria di Pisa
  • Riccardo Todoli, Comune di Cervia:

Cervia Città Giardino: la storia, l’evoluzione, le prospettive

  • Flavia Mazzoni, Comune di Cervia:

Problematiche connesse alla gestione del verde di qualità

  • Nevio Salimbeni, Comune di Cervia:

La valorizzazione delle risorse ambientali e paesaggistiche per la promozione turistica

  • Conclusioni: Paolo Vernieri, Fac. Agraria di Pisa

Organizzato da:

Facoltà di Agraria dell’Università di Pisa, Dipartimento di Biologia delle Piante Agrarie, Corso di laurea magistrale Progettazione e gestione del Verde urbano e del paesaggio

Aula Magna Fac. Agraria – Università di Pisa, via del Borghetto, 80 Pisa

La partecipazione è gratuita

informazioni: Paolo Vernieri ( pvernier@agr.unipi.it )

Un commento a questo articolo è sempre gradito.
Per ricevere le novità dal blog è possibile iscriversi ai “Feed RSS”, nella colonna a lato.

Notizia interessante? Allora dillo agli amici, è facile!

Commenti

  1. by federica toselli on febbraio 22nd, 2010 at 22:10

    A Cervia come anche a Salsomaggiore Terme (Parma) e più recentemente anche a Lido degli Estensi (Fe) puoi vedere che le aiuole sono belle e sempre in ordine, ma in altre parti d’Italia, invece è il degrado che fa da padrone. Non so se questo modo di curare la città sia un fatto legato puramente alla funzione turistica che le città sopracitate hanno, oppure se questo nasce da una consapevolezza in cui il verde cittadino debba essere un costante protagonista, a prescindere, dalla presenza o meno di turisti.
    Spero che il disinteresse verso il verde urbano (ben tenuto) sia più legato a questioni economiche, che di mancanza di sensibilità, poichè se così non fosse il nostro impegno alla diffusione e difesa delle piante sarebbe vanificato……

  2. by Giovanni Poletti on febbraio 22nd, 2010 at 22:39

    Personalmente sono sicuro che il vero cambiamento, quello precepibile anche nelle cose ordinarie, avverrà solo quando il Verde sarà riconosciuto come elemento di valore aggiunto di un luogo e non più come un costo da ridurre il più possibile.
    Fino ad allora, la strada sarà tutta in salita…

Lascia un commento