doc green
Forma il tuo Verde

Fitoiatria urbana: il Rhynchophorus ferrugineus

Lotta al punteruolo rosso: a che punto siamo?

Si terrà il 22 e 23 gennaio 2010 il Convegno internazionale sulla lotta al Punteruolo rosso delle palme, durante il quale verrà trattato il tema dell’analisi delle modalità di lotta e si analizzeranno i risultati ottenuti fino ad oggi.

Il convegno, frutto della collaborazione tra la Scuola Agraria del Parco di Monza e il Centro Studi e Ricerca sulle Palme di Sanremo, anzichè a Villa Nobel in Corso Cavallotti n°116 come inizialmente previsto, si svolgerà presso il Centro Congressi Palafiori, in corso Garibaldi a Sanremo, a seguito di mutate condizioni logistiche.

L’emergenza dilaga

Il punteruolo rosso sembra proseguire senza soste la sua terribile avanzata.

Solo nel nostro Paese si contano ormai decine di migliaia di palme morte e, in alcuni casi, è a rischio lo stesso paesaggio. Il terribile punteruolo è giunto anche in Riviera e, sebbene non si sia ancora verificata una devastante infestazione, il rischio è molto alto. Il ritardo con cui sono stati attuati gli interventi di eliminazione delle palme infestate ha, anche qui, indubbiamente aggravato la situazione.

Il Centro Studi e Ricerche per le Palme, il CRA -FSO Unità di Ricerca per la Floricoltura e le Specie Ornamentali e il Comune di Sanremo organizzano il III° incontro internazionale d’informazione tecnico scientifica, rivolto alla conoscenza del punteruolo rosso delle palme, Rhynchophorus ferrugineus Olivier, con la partecipazione di tecnici, studiosi e ricercatori italiani e stranieri.

Prosegue l’impegno del Centro Studi e Ricerche per le Palme che già con Dies Palmarum nel 2001 (I predatori delle palme nel bacino del Mediterraneo) e successive conferenze internazionali ha più volte richiamato l’attenzione sull’avvicinarsi e il diffondersi in Italia di questa terribile piaga delle palme.

A che punto siamo con la lotta?

Le palme continuano a morire e, fino ad oggi, non sembra che sia stato trovato un metodo di lotta efficace. Numerosi sono stati gli interventi sperimentati e pubblicizzati, ma la verità è che non disponiamo ancora di sistemi veramente efficaci per debellare il punteruolo rosso. La straordinaria resistenza e la grande capacità di sopravvivenza e riproduzione fanno di questo fitofago un micidiale aggressore. Quando una palma è infestata o viene abbattuta i coleotteri l’abbandonano e si trasferiscono sulle piante vicine, ancora sane e l’infestazione si propaga ulteriormente. Danno ancora più grave nelle zone dovel’infestazione è ai primi passi.

Da qui la necessità di effettuare una “diagnosi precoce” delle palme infestate, per procedere con tempestività al loro abbattimento quando gli insetti sono ancora, possibilmente, allo stadio larvale. Anche in questo caso, gli stipiti e il capitello devono essere rimossi subito e distrutti secondo un preciso protocollo. Anche la fuga di pochi adulti può avere effetti devastanti per il territorio! Notevoli problemi sorgono comunque con i privati e per i costi dell’operazione. La lotta chimica manifesta tutti i suoi limiti e il rischio di impiegare prodotti altamente inquinanti e nocivi alla salute pubblica è terribilmente reale. La lotta biologica promette bene, ma l’efficacia in campo non sembra essere ancora risolutiva.

Altre tecniche sperimentali come l’endoterapia, l’impiego delle microonde o la ripulitura meccanica delle palme infestate sono in corso.

Primi risultati della ricerca

La ricerca scientifica muove i primi passi e la giornata d’informazione tecnica sarà l’occasione per fare il punto sui primi risultati del progetto: Tecniche di difesa dal punteruolo rosso delle palme, Rhynchophorus ferrugineus (DIPROPALM) finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con D.M. 684/7303/08 del 12.3.2008.

Partecipano al progetto: CRA – Unità di ricerca per la floricoltura e le specie ornamentali (Sanremo IM) (CRAFSO) e Centro Studi e Ricerche per le Palme, Sanremo; Dipartimento di Scienze e Tecnologie Fitosanitarie (DISTEF), Università degli Studi di Catania; CRA – Centro di ricerca per l’agrobiologia e la pedologia (Firenze) (CRA-ABP), Istituto di Entomologia Generale e Applicata, DiVAPRA, Facoltà di Agraria, Università degli Studi di Torino, Sezione di Entomologia Forestale, Di.B.C.A. Facoltà di Agraria, Università degli Studi di Bari; Dipartimento di Entomologia e Zoologia agraria Filippo Silvestri – Università di Napoli Federico II.

Programma

VENERDÌ 22 GENNAIO 2010

8,30 Registrazione partecipanti

9,00 Saluto delle autorità

9,30 Apertura lavori e introduzione

Gianpaolo Trucchi – Dirigente settore LLPP Comune di Sanremo

Claudio Littardi – Centro Studi e Ricerche per le Palme, Sanremo

Relazioni: (Moderatori Giorgio Badiali e Gian Luigi Nario)

9,45 Potremmo immaginare la riviera senza palme?

Mariotti Mauro – Responsabile del Polo Botanico Hanbury del Dip.Te.Ris. Università degli Studi di Genova

10,15 Progetto finalizzato Dipropalm:

Difesa nei confronti del punteruolo rosso delle palme, Rhynchophorus ferrugineus

Carlo Pasini – CRA-FSO di Sanremo

10,30 Monitoraggio, biologia e lotta al punteruolo rosso delle palme

Santi Longo, Dip. di Scienze e Tecnologie Fitosanitarie (DISTEF) Università degli Studi di Catania.

11,00 Lotta al curculionide delle palme con principi attivi di sintesi e con prodotti di origine naturale applicati mediante endoterapia

Benedetta Cangelosi – CRA-FSO di Sanremo Unità di Ricerca per la Floricoltura e le Specie Ornamentali, Sanremo

11,30 Possibilità applicative dell’endoterapia per il controllo del rincoforo rosso delle palme

Emilio Caprio – Dipartimento di Entomologia e Zoologia Agraria “Filippo Silvestri” Università di Napoli Federico II

12,00 Individuazione e valutazione di antagonisti naturali esotici e indigeni di Rhynchophorus ferrugineus ed analisi spaziale dei focolai d’infestazione

Valeria Francardi – CRA – Centro di Ricerca per l’Agrobiologia e la Pedologia, Firenze.

12,30 Pausa buffet

14,00 Quadro normativo nazionale e comunitario

Roberto Cavicchini e Valerio Arena – Servizio Fitosanitario Regione Liguria

14,20 Impiego delle microonde per la disinfestazione delle palme attaccate dal Punteruolo rosso

Rita Massa – Dip. Scienze Fisiche – Università di Napoli Federico II

Marco Donald Migliore – Dip. Automazione Elettromagnetismo Ing. Informazione e Matematica Industriale – Università di Cassino

Daniele Pinchera – Dip. Automazione Elettromagnetismo Ing. Informazione e Matematica Industriale – Università di Cassino

Raffaele Griffo – Servizio fitosanitario – Regione Campania

Emilio Caprio – Dip. Entomologia e Zoologia Agraria – Università di Napoli Federico II

14,40 Il Punteruolo rosso a Bordighera: tolleranza zero!

Sergio Balduinotti e Flavio Parodi Comune di Bordighera e Centro Studi e Ricerche per le Palme – Sanremo

15,00 L’emergenza nella Riviera di Levante

Gian Luigi Nario – Centro Studi e Ricerche per le Palme – Sanremo

15,20 Contributi spontanei al convegno e dibattito

17,30 Termine lavori

SABATO 23 GENNAIO 2010

9,00 La minaccia in Côte d’Azur

Eric Chapin – Fédération Régionale de Défense contre les Organismes Nuisibles de la Région PACA – Hyères – (Francia)

9,20 Contributo all’individuazione precoce delle palme infestate dal Punteruolo rosso

Marc Lebrun – CIRAD – Montpellier (Francia).

con la collaborazione del CRA-FSO Sanremo e del Centro Studi e Ricerche per le Palme – Sanremo (Progetto Phoenix)

9,40 La Sardegna salverà le sue palme?

Raimondo Congiu – Agronomo paesaggista della Provincia di Cagliari.

10,00 Come si prepara la città di Villefranche Sur Mer?

Philippe Rigollot – Servizio Giardini Comune di Villefranche sur Mer (Francia)

10,20 Veterani nella guerra al Punteruolo rosso: città di salerno e la campania

Biagio Scanniello – Direttore Verde Pubblico – Comune di Salerno.

10,40 La Palermo ferita

Domenico Musacchia – Dirigente Ripartizione Ville e Giardini Comune di Palermo

Giuseppe Lamantia – Ripartizione Ville e Giardini Comune di Palermo

11,00 Anche la capitale piange le sue palme: individuazione delle criticità e metodiche di approccio al problema del “Punteruolo rosso”

Marcello Visca – Dirigente

Rita Di Domenicantonio – Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde e Promozione dello Sport U. O. – Biodiversità, Diritti degli Animali e Riserve Naturali Comune di Roma

11,20 Adotta una trappola nel comune di Palermo: la cattura massale del Punteruolo rosso in ambiente urbano

Stefano Colazza, Ezio Peri, Paolo Lucido e Paolo Lo Bue

Dipartimento S.En.Fi.Mi.Zo, Sezione di Entomologia, Acarologia e Zoologia Università di Palermo

11,40 Applicazioni della tecnologia a microonde per la lotta al Punteruolo rosso

Adriano Isotton – EcoPalm – Modena

12,30 Termine lavori (pranzo libero)

ISCRIZIONI PRESSO LA SCUOLA AGRARIA DEL PARCO DI MONZA

Viale Cavriga, 3 – 20052 Monza (MB) – Tel.039/2302979;

mail segreteriaprof@monzaflora.it

Costo di iscrizione: 50,00 Euro

Per iscriversi è necessario scaricare la scheda di iscrizione , inviarla alla Scuola insieme alla copia dell’avvenuto pagamento

Il Convegno è organizzato da:

Comune di Sanremo

Assessorato Verde Pubblico – Settore LLPP Servizio Beni Ambientali

CRA-FSO di Sanremo

SCUOLA AGRARIA DEL PARCO DI MONZA

Centro Studi e Ricerche per le palme – Sanremo

In collaborazione con:

Provincia di Imperia

Società Italiana Arboricoltura

Comune di Bordighera

Società Cooperative Sociali “il Cammino”

Promozione evento

Sanremo Promotion

Un commento a questo articolo è sempre gradito.
Per ricevere le novità dal blog è possibile iscriversi ai “Feed RSS”, nella colonna a lato.

Notizia interessante? Allora dillo agli amici, è facile!

Lascia un commento