doc green
Forma il tuo Verde

Analisi stabilità degli alberi torinesi | 37

Alla ricerca di indizi utili

danneggiamento apparati radicali

 

data: lunedì 24 ottobre

presenze: Giovanni Poletti, Massimiliano Demi

luogo: Viale Torino (Stupinigi)

attività: fotografie Pioppi e Querce “di trincea”

 

Ecco materializzarsi nuovamente Torino con i suoi alberi, dopo una settimana di pausa casalinga.

La mattina trascorre in auto e il ritrovo tra Poletti e Demi è per mezzogiorno, in un anonimo centro commerciale per il pranzo.

 

Già in occasione dei contatti Skype della settimana scorsa era stato deciso di congelare ogni preoccupazione in merito alla pianta caduta in Corso Unione Sovietica in attesa delle richieste del Comune, ora si decide definitivamente di seguire questa linea di condotta.

Inutile fasciarsi la testa prima di rompersela…

 

Da questo momento la priorità sarà quindi la gestione delle problematiche inerenti lo scavo a filo tronco dei Pioppi di Viale Torino e delle Querce presenti nel boschetto individuato prima dell’incrocio con via Borgaretto.

 

Il pomeriggio è dedicato ai rilievi fotografici di tutte le piante interessate a vario titolo dagli scavi.

Nello specifico, ogni singolo albero è fotografato nella sua interezza ma sopratutto rispetto alla distanza dal bordo dello scavo, alla presenza di radici esposte all’interno della trincea e per ogni altro elemento utile a valutare e documentare una diminuzione dell’efficienza di ancoraggio al suolo da parte dell’apparato radicale e quindi di sicurezza dell’albero.

 

L’analisi di stabilità degli alberi è, come sempre, una valutazione sinergica elementi di natura statica, patologica, botanica e stazionale.

 

Le giornate sono abbastanza corte e alle 17,30 la luce è diventata insufficiente per l’esecuzione di fotografie di buona qualità.

 

A domani, pioggia permettendo

 

Scrivi un tuo commento, è sempre gradito. Come si fa?

Favorisci la diffusione di questa notizia. In che modo?

Notizia interessante? Allora dillo agli amici, è facile!

Lascia un commento